Archivi tag: simeone

Pagelle random #37

Oramai siamo all’ultima curva, Juventus campione d’Italia, Piqué cabron, Real Campeon ed altre cose fantastiche.

Continua a leggere Pagelle random #37

Annunci

Barça – Atletico 3-1: cronaca, considerazioni ed altre cose belle.

Avessi dovuto definire l’aria dello spogliatoio blaugrana prima del big match contro i Colchoneros sarei tentato dal dire “pesante”. Messi che non va a genio con Luis Enrique, Neymar che sbotta per una sostituzione, l’eroe Puyol cacciato come l’ultima ruota del carro. Non le premesse migliori per affrontare una squadra solida ed organizzata come l’Atletico Madrid. Tutte queste premesse sono ancor di più accresciute dal sospetto di un ammutinamento da parte dei fenomeni là davanti. C’è chi dice che Messi passeggerà per far cacciare Luis, che Neymar irriterà il tecnico con giochetti inutili. Saranno puntualmente smentiti dalla prestazione dell’intera compagine blaugrana. Continua a leggere Barça – Atletico 3-1: cronaca, considerazioni ed altre cose belle.

Heroes – I 10 giocatori che ci hanno fatto amare il calcio

Ormai sulle timeline e le bacheche dei vari social network è tutto un ‘fare nomination sulle liste e taggare qualche amico’. Ho visto nell’ordine la nomination dell’alcol, la nomination delle frasi, la nomination dei libri (dove molti citavano Fabio Volo. Immediatamente eliminati dalla mia lista di amici), la nomination dei film (dove molti citavano Moccia. Stessa fine di cui sopra), la nomination delle canzoni e la nomination dei calciatori. Per quest’ultima mi sono imbattuto in una miriade di ovvietà. Certo, è facile innamorarsi del Calcio (sì, con la C maiuscola) grazie a Van Basten e Maradona, grazie a Platini e Ronaldo. Ma noi di In Zona Cesarini ci siamo distinti sempre dalla massa (quella umana, non Felipe) ed abbiamo deciso di stilare una lista con i 10 giocatori che ci hanno fatto innamorare della palla che rotola sul manto verde. Non saranno fenomeni, non saranno campioni ma ci hanno rubato il cuore. Vediamo chi sono. Continua a leggere Heroes – I 10 giocatori che ci hanno fatto amare il calcio

Chelsea-Atletico 1-3: le pagelle semiserie

Fonte: eurosport.yahoo.com
Fonte: eurosport.yahoo.com

CHELSEA

Schwarzer 5,5 – Visto il non certo esiguo patrimonio di Abramovich, trovare un portiere decente come riserva di Cech pare brutto? Insieme a Hilario forma una delle coppie di portieri più imbarazzanti dai tempi di Frey-Ferron all’Inter.

Ivanovic 5 – Spinge meno del solito, e copre ancora peggio. Prova a dare un senso alla sua gara cercando la rissa con Diego Costa, ma gli dice male anche lì.

Cahill 5,5 – Tra i papabili per la Nazionale, è uno dei migliori difensori inglesi della sua generazione, ed è tutto dire. Non ripete la gara dell’andata, colpa anche della deriva in cui lo trascina Capitan JT.

Terry 5 – Buca moltissimi palloni, in primis quello che porta al pareggio spagnolo. Si consolerà provandoci con tutte le wags, mentre i connazionali saranno impegnati a disputare il Mondiale.

Cole 4,5 – I tifosi dell’Arsenal lo rimpiangono ancora, ma Monreal e Gibbs (attuali terzini Gunner) non sono molto peggio di questo Cole. In realtà la sua prestazione meriterebbe anche un voto in più, ma quel look non si può vedere. Continua a leggere Chelsea-Atletico 1-3: le pagelle semiserie

Top 10: Le rivalità del mondo del calcio in rigoroso ordine sparso

(foto di www.bleacherreport.com)
(foto di http://www.bleacherreport.com)

1. Pelè vs Maradona
In un pezzo sulle rivalità del mondo del calcio non si poteva non cominciare con la madre di tutte le faide, quella tra Pelè e Maradona, i due giocatori più forti della storia, protagonisti di un dibattito ormai pluridecennale, di quelli che ti fanno sembrare il Messi-Cristiano Ronaldo Show più interessante di Federico Buffa che racconta Michael Jordan. Nello spettro delle rivalità storiche, quella tra el Pibe de Oro e Edson Arantes do Nascimiento, rispetto a quella tra Federer e Nadal, si avvicina di più a quella tra Tutsi e Hutu. Tra inviti a rinchiudersi in un Museo, e riferimenti a falli degni del Mini Me di Austin Powers, la faida tra Maradona l’uomo del popolo, e Pelè il politico navigato, siamo sicuri che durerà fino alla fine dell’Universo o almeno fino a quando il fisco italiano non riuscirà alla fine ad avere la meglio sul fuoriclasse argentino, spingendolo a modificare le sue priorità. Continua a leggere Top 10: Le rivalità del mondo del calcio in rigoroso ordine sparso

L’urna regala l’Atletico, il Milan esulta. O forse no?

Sarà forse che l’intrepido balilla Christian Abbiati, abituato a trovarsi di fronte gente come Zapata e Mexes, avrà imparato a percepire in largo anticipo quello che gira attorno ai rossoneri per non correre troppi rischi. Primo a presentarsi in zona mista a qualificazione ottenuta, a precisa domanda sul sorteggio, il portiere milanista aveva espresso un parere a metà tra la previsione e la speranza. Tornare al Calderon da avversario, lui che era diventato beniamino dei tifosi biancorossi dopo un’annata alla corte di Aguirre. E non solo per le discrete qualità con i guanti. L’urna si è rivelata benevola, esaudendo il desiderio dell’ex Toro. Ma siamo sicuri che anche Allegri, comodamente seduto in poltrona a osservare i sorteggi, abbia provato la stessa soddisfazione? Mai come quest’anno, tempi duri per le seconde. Lo sapevamo. In una pesca con premi del calibro di Bayern e Madrid, non si poteva beccare nulla di meglio dei colchoneros. Ma forse neanche di peggio.

LA SQUADRA

Diego_Pablo_Simeone2Diego Simeone ha plasmato un gioiello di modernità, fondato più sul dinamismo e sulle transizioni veloci che sulla classica qualità nel palleggio spagnola. Qualità affidata soprattutto a Koke e Arda Turan, esterni del compatto 4-4-2 di marca Cholo. Soprattutto il turco, classico acquisto fatto in fretta e con tanto di ipervalutazione per tappare le bocche ai tifosi delusi da una partenza eccellente, è stato messo nelle condizioni ideali per tornare il favoloso giocatore apprezzato al Galatasaray. Anche il pacchetto difensivo è simbolo del lavoro di rilancio attuato dall’ex mediano di Inter e Lazio. Continua a leggere L’urna regala l’Atletico, il Milan esulta. O forse no?