Archivi tag: eder

Sampdoria-Milan 0-0: le pagelle semiserie rossonere

Abbiati 7 – con quelle due pippe di Abbiati e Romero in porta credo che nessuno avrebbe scommesso su uno 0-0. E invece il calcio sa ancora sorprendere.

De Sciglio 6 – a furia di studiare altre materie (la fascia sinistra e il centro della difesa) ha perso un po’ di smalto nella sua preferita.

Zapata 6 – in uscita Fallout 4 con il colombiano come protagonista. Eder e Icardi stanno ancora contando i lividi.

Mexes 5 – quando si è preso l’ammonizione era molto contento, ha fatto i complimenti all’arbitro per aver scelto il giallo, che si abbina molto bene ai suoi capelli. Anche ieri ha fatto la cappella giornaliera, per poco Icardi non ci purgava per colpa sua. Bella triangolazione Mexes – Eder – Icardi, forse Philippe vuole fare il trequartista. Allegri ci pensa.

Constant 5 – la sua presenza in campo allontana il pubblico femminile dagli spalti. Ma attenzione al pacco sorpresa. Percentuale passaggi riusciti: 0%. Ma non era un Top Player?

Samp-Milan

Montolivo 5,5 – siamo rientrati nella fase in cui non mi accorgo se c’è oppure no. Fa la parte di quello con cui tutti si ripresentano perché non si ricordano di averlo già incontrato.

Ambrosini 6 – siamo ufficialmente senza centrocampisti centrali. Il capitano è stato stoico, ma ha dovuto abdicare come il generale Custer dopo una serie improbabile di partite troppo ravvicinate. De Jong è andato, ma per Galliani e il prode livornese “siamo apposto così”. Eventualmente si mette Valerio Fiori playmaker, no?

Boateng 3,5 – stavo pensando: chi altro era il terzo di centrocampo? Non me lo ricordavo nemmeno più, è tutto dire. Inguardabile e osceno per 90 minuti, avrei quasi preferito assistere a uno striptease di Platinette.

Niang 6,5 – le uniche due vere palle gol (non fatemi ricordare come Boateng ha sbagliato la seconda) nascono dal suo piede. Dà l’impressione di poter puntare la porta e far sudare i difensori avversari con dribbling e accelerazioni, per questo Max lo mette largo a destra senza quasi dargli la possibilità di entrare in area. Sennò è troppo facile vincere, no?

Bojan 5 – me le fa girare quando fa così. L’eterno incompiuto. Se si candidasse alle elezioni farebbe la parte di quello che viene sempre eletto, ma mai nella maggioranza. Bersani ci sta pensando, c’è ancora qualche poltrona libera nel Pd.

El Shaarawy 5 – doveva arrivare una piena insufficienza anche per lui, prima o poi. Ci eravamo abituati troppo bene, ma stavolta il caviale è quello preso in vaschetta al banco dell’Esselunga.

Flamini 5,5 – già prima non spiccava certo per agilità e scioltezza dei movimenti, ma ora che gioca ogni morte di papa mi sembra un pezzo di sequoia.

Robinho 5,5 – un barilotto di birra che si agita e suda per il campo.

Nocerino s. v. – giusto qualche minuto per ricordarmi che gioca ancora nel Milan e per farmi venire la depressione.

Allegri 5,5 – e va bene, la formazione iniziale ci piaceva, stavolta. Ma Bojan non è punta centrale, e Niang non può giocare così largo, è una punta non un’ala destra. Inoltre è un aziendalista della peggior specie. E i leccaculo di Silvio e di Galliani mi sono antipatici a prescindere.