Archivi tag: bonucci

#Semifreddo – I giorni della merla (Juventus-Parma 3-3)

“I cosiddetti giorni della merla sono, secondo la tradizione, gli ultimi tre giorni di gennaio (29, 30 e 31) oppure gli ultimi due giorni di gennaio e il primo di febbraio. Sempre secondo la tradizione sarebbero i tre giorni più freddi dell’anno”. (fonte wikipedia.it)
C’è un’analogia tra quello che segna il termometro e la temperatura percepita in casa Juve. L’inverno non lascia scampo, dopotutto, e va affrontato. La realtà dei fatti è che la Juventus imbattibile e splendente di fine estate e pieno autunno ha lasciato, e già da un po’ lo diciamo, il posto alla sua annuale versione invernale: vulnerabile, fragile, cagionevole.
Continua a leggere #Semifreddo – I giorni della merla (Juventus-Parma 3-3)

Fantacalcio 2015-16: i consigli di IZC

Prima vennero i turni infrasettimanali e i turni di Coppa al giovedì, ora ci si mettono pure gli organizzatori con l’introduzione del trequartista (e perché non quella del centromediano metodista, allora?): ogni anno se ne inventano sempre una per far bestemmiare gli appassionati del fantacalcio, ma noi non demordiamo facilmente. Continua a leggere Fantacalcio 2015-16: i consigli di IZC

Pagelle Random #32

Viviano 2: giocare con un numero da difensore è trasgressivo ma controproducente, David Luiz sarebbe fiero di lui. Buone notizie per Ferrero: adesso può chiedere anche lui 50 milioni allo sceicco di turno.

Podolski 6,5: se giocare a bocce con anziani pieni di acciacchi ha questi effetti, costruite una bocciofila ad Appiano Gentile e richiamate Chivu, Cambiasso e Milito. Continua a leggere Pagelle Random #32

Fiorentina-Juventus 0-0, le pagelle semiserie

FIORENTINA

Gonzalo Rodriguez 7: Deciso, sa essere rude quando serve, appoggia la palla con classe, e salva tutti nel momento del bisogno. Il marito ideale.

Joaquin 6,5: Non pensavamo fosse un appassionato necrofilo, visto come abusa di Evra. E pensare che non affonda neppure come potrebbe.

Marcos Alonso 6: Un po’ scazzato per non poter partecipare alla consueta serata erasmus del venerdì sera, stringe un patto di non belligeranza con Pereyra sulla fascia. Sembrano dirsi: “Stasera nun me va de fa ncazzo” “Guarda, sfondi una porta aperta”

Continua a leggere Fiorentina-Juventus 0-0, le pagelle semiserie

Juventus-Roma 3-2 : le pagelle semiserie dei giallorossi

Skorupski 6 – Due partite, tre rigori e praticamente nessun altro tiro in porta. Fare il portiere non mai stato così noioso e frustrante.

Maicon 6 – Se ti scaccoli in area è giallo e rigore. Se poi la butti in terra e l’arbitro ti vede, rosso diretto. Tiene a bada Asamoah e in alcuni anticipi con ripartenza al seguito ricorda il Maicon neroazzurro.

Manolas 7 – Sembra che giochi contro la Juventus da più di vent’anni. Il belloccio vecchio il pallone non lo vede nemmeno, poi entra il belloccio più giovane che ci prova di più, ma crescere nelle giovanili del Real Madrid o in quelle dell’AEK Atene è diverso, e si vede.

Yanga-Mbiwa 6,5 – Sempre presente, segue il compagno greco. Partita concreta e senza sbavature.  Continua a leggere Juventus-Roma 3-2 : le pagelle semiserie dei giallorossi

Pagelle semiserie Juventus – Cesena

Se c’è una cosa che odio di più di mia madre che passa l’aspirapolvere alle 8:30 della domenica mattina, beh, questo è sicuramente il turno infrasettimale. Motivo per cui, dovendo sbollire un po’ di rabbia interiore, vi scrivo le pagelle semiserie di Juventus – Cesena.

Buffon: s.v. – talmente inoperativo che nel primo tempo si fa aggiornare sui risultati degli altri campi causa scommesse (l’over di Zeman come certezza quasi assoluta) mentre nel secondo si attacca alla radiolina per ascoltare le mitiche imprese della sua Carrarese. Becca solo Radio Maria.

Ogbonna: 6 – la telecronaca Sky mi ha frantumato i maroni volendo ripetere all’infinito che l’unico gol di Angelone in Serie A lo ha subito il Cesena. Per il resto ci mette fisico e testa. In costante crescita.

Bonucci: 6 – avete presente quando dite ad un bambino che non deve fare qualcosa e lui puntualmente la fa? Si attua quella condizione intrinseca di ribellione che ha portato sì William Wallace alla rivolta ma anche Bonucci a voler lanciare ogni maledetta giornata palloni nel nulla nonostante Allegri gli dica di non farlo.

Leonardo BonHeart - Cuore Impavido (fonte: wikipedia)
Leonardo BonHeart – Piede Impavido (fonte: wikipedia)

Chiellini: 6 – il Cesena è poca roba e lui fa la voce grossa. Fa a sportellate con qualsiasi cosa si muova. Ha anche dei piedi di ghisa, ma per un difensore questa è una prerogativa importante. Continua a leggere Pagelle semiserie Juventus – Cesena

Brasile 2014 – Il pagellone degli Azzurri

Italiani, popolo di santi, poeti e navigatori, esperti di qualsiasi materia a seconda della necessità.
Ci sono le elezioni? Improvvisamente siamo tutti esperti di politica e in grado di costruire la miglior squadra di governo. Un efferato e complicato delitto sconvolge l’Italia intera? CSI, Perry Mason e la Signora in Giallo non sono nemmeno degni di allacciarci le scarpe, nessuno ne sa più di noi riguardo DNA, scene del crimine, raccolta di indizi, cavilli legali, prescrizioni, appelli, corsi e ricorsi. E che dire di quando un ct sceglie i 23 con cui andare ad una manifestazione internazionale? Noi ne sappiamo più di lui, almeno mezza rosa era da lasciare a casa, se quei soldi li davano a me era meglio.

Per questo dobbiamo ringraziare l’Uruguay (oltre che per le dimissioni di Abete): grazie al gol di Godin, finalmente non saremo più costretti ad ascoltare 60 milioni di allenatori – anche gente che fatica a distinguere i colori delle maglie in campo – che si sentono in dovere di esprimere la propria opinione. Limitiamoci quindi a redigere un bel pagellone di questa fallimentare spedizione azzurra.

Buffon 6,5 Nonostante l’età, gli infortuni e i recenti problemi sentimentali (veri o presunti), il capitano è ancora il punto di riferimento di questa Nazionale, basta vedere come incitava i compagni durante la gara d’esordio, saltata per un problema (ancora una volta) alla schiena. Rientra con la Costa Rica, e non demerita; ieri sembrava ringiovanito di 10 anni per reattività e istinto. Le ultime dichiarazioni sono velatamente (e volutamente) indirizzate a Balotelli, a dimostrazione di come SuperMario sia un giocattolo in mano dei giornalisti: loro l’hanno costruito, loro lo distruggeranno. Continua a leggere Brasile 2014 – Il pagellone degli Azzurri

Il giorno della gratitudine

Alla mensa del Re, i camerieri han servito il dolce che però aveva un retrogusto amaro e questo ha rovinato un po’ il pranzo, che fino ad allora era stato caratterizzato da portate faraoniche e di indubbia qualità. I commensali, a quel punto, si sono interrogati se il dolce avesse rovinato o meno tutto il banchetto. Qualcuno voleva gridare allo scandalo e rovesciare il monarca. Poi ha pensato che in tutta Lilliput nessuno possedeva il carisma e la statura per prendere il posto di Gulliver e, non solo l’allarme è rientrato, ma al pranzo ha fatto seguito un’intera giornata di festa tra danze e brindisi. Gioia, gaudio e tripudio generale.

Lilliput è ancora il nostro regno. Non c’erano dubbi. Addirittura il placet finale è arrivato da Catania, con probabilmente 24 ore di anticipo rispetto a quando era stato prefissata la fine sul dibattito di chi fosse il più forte. Che, diciamolo, da novembre era già un discorso chiuso. Ci hanno provato da Roma a dire che non era così, ma se una squadra ne vince 30 su 35 è difficile da pensare che ci sia qualcuno che possa fare meglio. E infatti nessuno ha prodotto più di quanto abbia fatto la Juve.

Continua a leggere Il giorno della gratitudine

Juventus-Roma 3-0, le pagelle semiserie bianconere

Buffon 6: Riusciremo prima o poi a scrivere qualcosa di una sua prestazione. Quello che gli crea più patemi è Bonucci con un paio di disimpegni errati.

Barzagli 6,5: Non ha problemi contro Ljajic. Ma del resto avrebbe potuto averli solo se avesse giocato sotto effetto anfetamine.

Bonucci 6,5: Dopo l’illuminazione contro il Galatasaray a Torino, sta affinando sempre più il suo pezzo forte, ovvero la palla persa da minchione a centrocampo che provoca un’occasionissima per l’avversario. Per fortuna rimedia, segnando il 2-0, sbucando da sotto le foglie come un vietcong.

Chiellini 7: Appena Conte gli dice che nella prima mezzora bisogna restare bassi, tira fuori un urlo come Begbie di Trainspotting nella scena della bicchierata al Pub (http://www.youtube.com/watch?v=ywhpWa3bbuo) Neanche si faceva di droga, si faceva di gente (cit.)

Continua a leggere Juventus-Roma 3-0, le pagelle semiserie bianconere

Cioccolateria bianconera

Mamma diceva sempre: la vita è uguale a una scatola di cioccolatini. Non sai mai quello che ti capita

Niente di più vero di quel che affermava Forrest Gump.

Sicuramente però, se sei un tifoso juventino e vai in tribuna allo Juventus Stadium, facilmente i cioccolatini che ti capitano sono sempre di ottima fattura. E così è stato anche ieri sera. Non una giocata banale e tanti saluti alla Lazio, ancora maltrattata 14 giorni dopo il trionfo in Supercoppa Italiana, e al Napoli che ieri pomeriggio con la vittoria sul Chievo aveva, giustamente, provato con prepotenza a mettere paura alla Juve. Continua a leggere Cioccolateria bianconera