Archivi tag: 1999

Un Amarcord rossonero lungo una stagione (1998/1999)

Amarcord di quando  le partite avevano un senso che andava oltre due ore di gioie temporanee usa e getta, di novanta minuti di imprecazioni e rassegnazioni post-partita, di quando c’era la vera emozione, quella del ragazzino che concentra i momenti clou della settimana nella partita della propria squadra del cuore, che ha le figurine Panini, che dibatte con gli amici su chi sia più forte tra Baggio e il giovane Del Piero, che non deve pagare le bollette, che non ha ancora un vero interesse per le ragazze, che la patente è un miraggio troppo lontano, che la domenica non ha molto altro da fare. Perché la domenica si guarda la partita del Milan. Continua a leggere Un Amarcord rossonero lungo una stagione (1998/1999)

Biografia di un goal: 7 – Fiorentina – Barcellona 3-3 (1-0 Bressan)

Una lettera è poca cosa. Una B, da sola, non dice nulla. Mr. Algoritmo la soluzione la tenta, ci mancherebbe, ma ottenere ciò che si vuole da una singola lettera pare effettivamente troppo anche per lui. Andiamo avanti. Alla B iniziale aggiungete una R. Ancora non ci siamo: Mr. Algoritmo è indeciso se suggerire una bella canzone pop di Bruno Mars o l’immortale rock di Bruce Springsteen, senza ignorare l’ipotesi del rapper del momento, che non guasta mai. Allora ci vuole anche la R. Ebbè, allora Mr. Algoritmo, il grande oracolo della galassia di YouTube non ha dubbi: è Breaking Bad quello che cercate. No, carina, davvero un bel prodotto, sissì, ma cercavo altro. Aggiungiamo la S e lo vediamo lì, in terza posizione, tra un generico Brescia e un’altrettanto improbabile Bressanone. E allora non vi manca che la seconda S ed ecco che Mr. Algoritmo fa segno di si con la testa e sorride sornione. Eccolo! Primo suggerimento, più importante di Bresson, con la O al posto della A, uno che le acrobazie le faceva con la macchina fotografica e non con le gambe. Continua a leggere Biografia di un goal: 7 – Fiorentina – Barcellona 3-3 (1-0 Bressan)

Biografia di un goal: 6 – Manchester Utd – Bayern Monaco 2-1 (Solskjaer)

Un goal decisivo all’ultimo minuto è tutt’altro che raro. Quasi ogni domenica, in chissà quanti campionati di un numero imprecisato di categorie di pressoché tutte le nazioni del mondo qualcuno decide la partita sul gong. Magari con un gesto tecnico migliore di questo. E pure che un paio di minuti prima la stessa squadra avesse raggiunto la parità non rappresenta un unicum. Quindi? Quindi in questo caso in palio c’è una cosina di nome Champions League. Una coppa bruttina, ci sta, ma in grado di cambiare i connotati al curriculum di un giocatore. Quante volte, con la testa sul cuscino, un occhio mezzo chiuso e il telecomando che scivolava dalla mano, ho captato parole del tipo “Fuoriclasse, però in bacheca manca…” E poi magari mi addormentavo, ma già sapevo: la Coppa dalle grandi orecchie. Passi il pallone d’oro, ci si può pur sempre attaccare alla storia degli sponsor, passi il mondiale, che si gioca ogni quattro anni e se sei nato in Finlandia non hai speranze a prescindere, ma la coppa dalle grandi orecchie…  Continua a leggere Biografia di un goal: 6 – Manchester Utd – Bayern Monaco 2-1 (Solskjaer)