Tutti gli articoli di OpereComplete

3 Racconti brevi per Fiorentina – Siviglia

diana a sevilla 045
Sevilla – Alameda de Hercules- Collezione Privata

Uno

Tre generazioni di M’Bia, nel giardino dietro la casa nella periferia bene di Yaoundé, Camerun. Il giovedì è il giorno in cui il nipote, chiamato come il padre e come il nonno, Stephen, va a pranzo là. Continua a leggere 3 Racconti brevi per Fiorentina – Siviglia

Annunci

La domenica senza partita di un ultras (Lazio 4 – 0 Fiorentina, di lunedì)

Plastic chairs on the stadion broken by soccer hooligans. Bryansk, Russia, 2008 (wiki)
Plastic chairs on the stadion broken by soccer hooligans. Bryansk, Russia, 2008 (wiki)

L’ultras si sveglia la domenica mattina ed è felice.

Lui è come un hippy però senza i fiori. La sua droga è il calcio, di tutto il resto se ne frega. Se gli togli il calcio è esattamente come un hippy, se ne frega di tutto. Tutto è indifferente, tutto è lo stesso, niente conta, niente fa differenza alcuna, il mondo girerà lo stesso con o senza di lui, con o senza tutti quanti.
L’ultras è come un fricchettone, ma solo nelle domeniche senza calcio.

Continua a leggere La domenica senza partita di un ultras (Lazio 4 – 0 Fiorentina, di lunedì)

Parma – Fiorentina, Un martedì di gennaio

10888895_895597830480102_6974802631732420791_nTutto è cominciato con la storia di Neto. È stato allora che avrei dovuto capire.

Norberto Murara ti ricordi? Io ti difendevo quando c’era la gente ti aspettava sotto casa, solo un anno fa. Te ne stavi in casa ad ascoltare la musica, facendo finta di niente, avevi addosso quel maglione bello che ti aveva regalato tua madre per Natale, e l’idea che il giorno dopo c’era da tornare ad allenarsi: semplicemente drammatico. Io per scherzo ti dicevo: Eh, Norberto domani è Santa Susina, si torna a scuolina. Ti ballava l’occhio. Stavi là, con un bicchiere in mano, guardavi fuori dalla finestra e facevi finta di nulla, ma ti cacavi sotto, e mormoravi fortuna che il cancello è parecchio alto.
Continua a leggere Parma – Fiorentina, Un martedì di gennaio

Cesena – Fiorentina, in Sanfelice (The Flux)

Joyce Ulysses 750 wraps 1000Ritardo per incidente sui viali. Tutto bloccato. Da tre corsie a una. Le copertine di carta stagnola dorata. Personale paramedico, volontario?

Scale. Occasione di Gomez, mi dicono Mr e Mrs B. Ciao Simone. Buonasera. Buonasera.
Scale.
Fiorentina gioca meglio, oh oggi si gioca bene eh.
Capelli l’abbiamo conosciuto quando giocava nell’Arezzo, simpatico, c’avrò parlato dieci minuti. Sembrava più giovanile, è invecchiato tutto insieme. Nell’Atalanta, forse nell’Arezzo, a quel compleanno. Sciupatissimo, invecchiato, messo male davvero.
S’ha a fare questo gol? Perché se se ne fa uno poi magari anche due o tre.
Al 36mo un contropiede peso, braccio attaccato al corpo di Gonzales. No, non c’era il rigore, da replay.
Acquilani fa una rabona, Mati dentro un po’ muore.
Telefona A. e chiede a Lapo del Ramen. Dov’è il Ramen, dove si trova? Ramen sta per? Metafore.
Capelli contro Gomez, un grado di separazione tra me e Mario.
Borja Valero. EEEEEEE. Finito.
Continua a leggere Cesena – Fiorentina, in Sanfelice (The Flux)

U.S. Settignanese – C. S. Lebowski, a Bagno a Ripoli

IMG_6265Se conosci Settignanese e Lebowski puoi evitare di leggere questa:

Breve introduzione per chi legge e non sa niente di queste due squadre

_______________________________

La Settignanese è una squadra che dagli anni settanta è importante nel panorama fiorentino e quest’anno è prima in classifica nel campionato di Prima Categoria.
Vanta tra i suoi titolari un certo Christian Riganò da Lipari, che fu simbolo della rinascita della Fiorentina.
Ci gioca il mio collega Lorenzo, che mi ha invitato a vedere la partita


Il Centro Storico Lebowski
è passato quest’anno di categoria, ma è a soli tre punti dalla capolista. Ha una storia recente, ma unica: una marea di ultras che la seguono sempre e che hanno festeggiato di recente i primi dieci anni di vita. Per chi volesse saperne di più invito a guardare il loro blog dove si parla della loro storia atipica e di quelli che sono i loro valori.
I tifosi del Lebowski per protesta contro il costo del biglietto hanno scelto di seguire la partita che vado a raccontare da fuori dello stadio, su di una collinetta accanto al campo da cui si vede il campo da gioco. Hanno continuato a cantare tutto il tempo. Continua a leggere U.S. Settignanese – C. S. Lebowski, a Bagno a Ripoli

Sampdoria-Fiorentina, in dopo sbronza

Rolling-Stones-Wallpaper-classic-rock-17732124-1024-768

¿Pero que dices?  

Lei era intrattabile quella sera e lui aveva continuato a scuotere la testa e fare un sorriso tristissimo, guardando dentro al bicchiere di whiskey marca scadente, William Lawson’s che disastro. Continuava  a sorridere dentro a quel bicchiere, quel whiskey merdoso, lui che avrebbe potuto permettersi di bere esclusivamente alcolici carissimi, lui che rappresentava una minoranza assoluta della popolazione mondiale, si ritrovava là a bere quella merda e neanche ci pensava alla popolazione mondiale.
Continua a leggere Sampdoria-Fiorentina, in dopo sbronza

Fiorentina-Udinese, ritorno al Gate

Le_Voyage_dans_la_luneIncipit
Senza considerare i primi 40 minuti, che non ho visto, la partita è stata semplice e bella. Una squadra come non si vedeva da tempo: il gioco, la voglia. A volte fare a meno di un incipit, mi insegna il mio amico Gianluca, giova.

Gate
Ritornare al Gate e trovare tutto come lo avevi lasciato. Raf, Maurino, i Merlini, Bozzolo. Se sento con un orecchio dei commenti razzisti mi stringo a Bozzolo, che non li sente nemmeno certi commenti, perché è sordo. Io li sento bene, dicono cose assurde, non sono affatto ironici, quando Cuadrado la mette a Babacar e qualcuno dice: tra negri si intendono. Mi spalmo sulla spalla di Bozzolo, invidio il silenzio che ha intorno. Continua a leggere Fiorentina-Udinese, ritorno al Gate

Yoga per maschi

font: wiki
font: wiki

Lo yoga: famosa disciplina orientale di cui tutti abbiamo cominciato a sentir parlare durante il boom new-age di ritorno negli anni novanta.

Vi era in quegli anni anche una marca di succo di frutta che sfruttava la recente popolarità del concetto e puntava a creare confusione tra la J e la Y.

Lo yoga rientra proprio al limite della categoria sport che sarebbe la categoria di questo blog. La categoria uomo che fa yoga ci rientra al limite del limite, perché non ci sono uomini che fanno yoga, solo una minoranza discriminata dalla società.

Quello che segue è un breve resoconto di qualcuno che sa bene cosa significhi tutto questo.

Continua a leggere Yoga per maschi

Pagelle semi-serie Fiorentina-Sassuolo

Neto – S.V. Che bello era quando passavamo le serate a infamarti perché voleva dire che succedeva qualcosa. Oggi è cambiato tutto: si parla di rinnovo contrattuale, ma tanto per dire qualcosa. Si parla di un interessamento da parte del Manchester, così, a caso. Invece niente di tutto questo. A volte decide di arrabbiarsi con qualcuno della difesa, per nessuno motivo logico. SEGGIOLA

Tomovic – 6.5 Pendolino Nenad non giocava una partita buona dai tempi credo di un suo assist contro la Roma, per sbaglio, e gol di Vargas, tutto a caso. Invece riesce a spingere e coprire in modo quasi dignitoso, che è già una notizia. Comunque da quella parte anche quest’anno può giocare solo lui, perché non c’è nessun altro. POSTO FISSO

Continua a leggere Pagelle semi-serie Fiorentina-Sassuolo

Fenomenologia di Maurizio Mosca

Maurizio Mosca: una figura chiave dei nostri ricordi televisivi, se sei maschio e hai un’età prossima alla mia (29). Ci ripenso ora, a quella sua voce inconfondibile, e mi vado a leggere la pagina wikipedia. Scopro una storia strana. Prima lavora alla Gazzetta, poi viene licenziato in tronco e radiato, a seguito di una certa intervista concessagli da Zico, dove infamava Platinì, che questi (Zico) negò di aver mai rilasciato. Mosca parlò allora di complotto, in un periodo in cui in Italia di complotto non parlava più quasi nessuno, mentre in America ne scriveva DeLillo, che avrei letto quasi vent’anni dopo…

immagine presa da magliarossonera.it
immagine presa da magliarossonera.it

Continua a leggere Fenomenologia di Maurizio Mosca

Campionato ’14/’15 Arrivo a Firenze

Chi’ll’è quello?

Un sarà miha Richards?

Ricciard? Ma chie, quello scuro?

No, un’nn’è miha richiard, e l’è Badejil!

Ie, ma Badeji miha gioca.

(Badei, ribattezzato mentalmente Remo, per il filosofo italiano Bodei. Penso che potrebbe diventare il mio Favorito, ora che Wolsky è partito per Bari)

Ma un’si chiamava mica Richards.

Ell’ è coso, Marin (pronunciato elegantemente con l’accento sulla “a”).

Ie. Marinn l’è infortunaho come quell’altro. E ci vendono i bidoni, e son difettati, senno miha venivano qui da noi.

Miha? Chie? Miha Ricciard?

E così il dialogo può ricominciare dall’inizio, nastro di moebius.

D.Benbennik, opera propria. da wikipedia
D.Benbennik, opera propria. da wikipedia

Continua a leggere Campionato ’14/’15 Arrivo a Firenze

Ginocchia e trivi

Anche io ho male al ginocchio. Non parto per il Colorado, resto qui in città e il dolorino me lo tengo. Ho parlato con alcuni specialisti (mio padre, mia madre, il dottore amico di Ferruccio una sera in piazza) che hanno avuto giudizi in realtà discordanti tra loro: un classico (ho parlato anche con Ghello, famoso fisioterapista di Pistoia, dalle mani enormi, ma è stato una consulenza solo teorica) comunque ciò che ne è risultato è:

1.che devo stare fermo alcuni mesi,

2. che forse le mie New Balance non andavano bene,

3. che ci vorrebbe una soletta,

4. che invecchio,

5. che le ginocchia si consumano e finiscono,

6. forse ho qualcosa ai denti,

7. forse è qualcosa di psicologico, 

8. ho la soglia del dolore bassa,

9. che non ho fatto stretching,

in definitiva Stop Totale dalla corsa per i prossimi mesi.

Sembra un pretesto calcistico/letterario, ma invece è tutto vero. Per l’appunto è anche il ginocchio destro.

Gray351 (pubblico dominio wikipedia)
Ginocchio, Gray351 (pubblico dominio wikipedia)

Continua a leggere Ginocchia e trivi

Il Mondiale spiegato a un giocatore di libro-game

N.B. Se tu non hai vissuto negli anni novanta, probabilmente ignori il significato di libro-game. Vai subito al Punto (50)

 

N.B.2 Per aiutarti in questo gioco puoi usare il comodo tasto ctrl+F e scrivere il numero di riferimento, ma poi vedi te.

images-1

(1) Inizio. E’ il 12 Giugno del 2014. Ti accingi a iniziare la tua sessione di mondiali brasiliani, sei molto carico, moderatamente. Critico. Hai organizzato tutto, il salotto è stato risistemato dopo mesi di abbandono, il cavo del televisore funziona. Sta per iniziare la prima partita quando squilla il telefono. E’ un tuo vecchio amico delle superiori, che ti chiede di andare con lui in sala scommesse, che c’è ancora tempo. Decidi di andare con lui -Salta al punto (33). Lo ringrazi ma aspetti qualcuno a casa -Salta al punto (15) dici: – No guarda non ho soldi per scommettere, sei gentile a invitarmi, ma sto bene qui -Salta al punto (37), non rispondi a quel cazzo di telefono -Punto (44).

Continua a leggere Il Mondiale spiegato a un giocatore di libro-game