Pagelle semiserie #23

Rafael 4: quando si è reso conto che Lazaar stava tirando da 40 metri, ha realizzato che il marocchino di nome fa Achraf, e nel tentare di fare lo spelling si è distratto. Tuttavia è una papera tutto sommato comprensibile: provate voi ad avere Albiol e Britos come baluardi difensivi, e a rimanere lucidi mentalmente.

Guarin 8: si è procurato il rigore, ha segnato un gol per piede, ha fornito l’assist a Palacio, ha massaggiato i polpacci a Shaqiri, ha motivato Ranocchia, ha messo in ordine le maglie di tutti a fine gara, è tornato a casa e ha montato pure due mobili IKEA e aggiustato il lavandino. Solo 2 mesi fa, quei due tiri sarebbero finiti su dei ponteggi a Bergamo alta.

Foto di Robek, wikimedia commons, CC BY 2.5
Foto di Robek, wikimedia commons, CC BY 2.5

Babacar/Salah 8: profumi d’oriente. Settimana scorsa abbiamo tessuto le lodi di Diamanti, questa settimana cambiamo tonalità di colore e ci concentriamo sulle due perle nere, giunte dall’Africa. Hic sunt leones. Con un Gomez alterno, un Rossi (già ci sarebbe anche lui) fermo ai box come una Marussia, Baba si è ritagliato il suo spazio con 5 prodezze nella prima parte di stagione. Poi un infortunio e la rinascita di Super Mario lo hanno fatto tornare nel congelatore. E’ tornato con due zampate da leone al Mapei Stadium. Sbeffeggia il navigato Cannavaro con un perno felpato, aggancio volante alla Ibra in area e tocco di giustezza sul palo lungo. 5 stelle lusso. I tifosi viola sperano che firmi presto il nuovo contratto, perché perderlo a zero nel 2016 sarebbe come spararsi una biblica fiocinata su un piede. Spostandosi un pò più a nord-est nel continente nero, arriviamo in Egitto, dal quale giunge via Chelsea, Momo Salah. Accelerazioni degne di Bolt, gol segnato con un tocco perfetto all’angolino. La viola adesso è una Salah-giochi. Cuadrado chi? Il nuovo Rinascimento fiorentino ha la forma delle Piramidi e l’etnia dei Wolof.

Niang 7,5: Un centravanti che per tre anni viene fatto giocare come ala, e che secondo Inzaghi ha caratteristiche simili ad El Shaarawy. Poi ci si stupisce se il Milan va male. Basta non mettergli in mano una Ferrari, Gasperini l’ha capito e lo fa andare all’allenamento con una Ritmo. Complimenti per l’intuizione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...