Amarcord: Juventus-Inter 1-3 (03/11/12)

La Juve è più forte, c’è poco da fare. Troppo più forte per poterla minimamente impensierire, manco se metti il tridente spensierato (Marotta dixit) Milito-Palacio-Cassano: tecnicamente ineccepibile, ma se non hai un contropiede da centrometrista, Barzagli Bonucci & co. non li freghi. Poi a centrocampo c’è Gargano: dove vuoi andare con Gargano se di fronte hai Pirlo, Vidal e Marchisio?

Però, come si dice, siamo in ballo, quindi tanto vale ballare. Pronti, via, trama veloce di passaggi dalla difesa, filtrante di Vucinic per Asamoah in evidente fuorigioco, passaggio in mezzo per Vidal che può tranquillamente appoggiare in porta. Sono passati 18” dal fischio d’inizio.

Quella sera stavo guardando la partita a casa di un amico juventino: eravamo 2 juventini contro 1, ma fortunatamente le due ragazze presenti – travolte da un inspiegabile senso di tenerezza – hanno deciso di essere solidali con me nella mia solitudine. Però come puoi sfogarti con 2 persone che non capiscono la tua “lingua”? Puoi chieder loro perché Ranocchia gioca terzino destro? Anzi, perché Ranocchia gioca?

Già giocare contro la Juve a Torino è difficile (ricordo partite in cui entravamo in campo come se già avessimo perso 3-0, e infatti era ciò che poi succedeva), se poi vai sotto dopo neanche 20 secondi, per di più con un gol irregolare, come puoi startene tranquillo ed avere ancora fiducia? In Twitter non ci entro neanche, potrebbe esplodermi il telefono per le bestemmie e i complottismi degli interisti, e per le esultanze illecite degli juventini. Ho un solo fegato e vorrei che durasse ancora 20-30 anni.

Il primo tempo scorre via veloce, con gli uomini di Conte (anzi di Alessio, il primo era squalificato) che provano a spingere sull’acceleratore ma non troppo, quasi avessero paura a scoprirsi dietro: sembra una di quelle partite di calcetto tra amici, dove la squadra palesemente più forte non sa se infierire o se fare melina per altri 60 minuti, e tu nel dubbio distribuisci calcioni a destra e a manca per la frustrazione. Tra l’altro, anche l’Inter segna, con un bel colpo di testa di Palacio: peccato che El Trenza fosse in fuorigioco, stavolta visto.

Si va all’intervallo sull’1-0, con Lichtsteiner già sostituito al 37′ per evitarne l’espulsione: poi dicono che gli svizzeri sono tranquilli e pacati. Io esco sul terrazzo a fumare, a rigorosa distanza di 9.15 dai due juventini, che già stanno pregustando i 3 punti finali e l’allungo in classifica: e come dargli torto?

Si rientra, e non è cambiato nulla in campo, però i nostri sembrano avere una luce diversa negli occhi, sembrano quasi aver lasciato negli spogliatoi la paura di perdere: non provo minimamente a pensare di poter ribaltare tutto, ma forse un pareggio riusciamo a sfangarlo. Ed è così che succede: in una delle mischie più brutte da calcio piazzato, Marchisio guarda troppo da vicino la maglia di Milito e lo atterra in area. L’arbitro ci mette quei 3 secondi di troppo a decidere, ma poi lo fa: ecco, ammonizione al 22, punizione per Buff…no, rigore, RIGORE! E ancor più incredibilmente la retroguardia bianconera non protesta troppo, sintomo universalmente riconosciuto (e non scritto) come ammissione di colpevolezza in ogni campo da gioco. Sul dischetto va proprio il Principe, che trasforma con una botta di collo pieno: 1-1 e si riparte.

Ora la partita sembra la descrizione di una battaglia epica, con una climax di emozioni, di cambiamenti di fronte e ansia che solo quando si combatteva con frecce e spade si poteva capire. I bianconeri non si avvicinano quasi più all’area di Handanovic, che neutralizza diversi tiri pericolosi, e sembrano vagare per il campo come un pugile che sta vincendo, ma che ha appena preso un cazzotto di quelli seri, che ti piegano le gambe per alcuni secondi. Una botta, una semplice botta, bisogna stare attenti solo a non incassarne un’altra e il più è fat…ma cosa fa Guarin? Perchè si lancia nello spazio in maniera così sconsiderata? Perchè si allunga il pallone così tanto? Perchè prova un tiro da fuori da quella distanza?! Ecco, parata centrale di Buffon…aspetta…MILITOOOOOOO!

Proprio lui, il 22, che l’anno prima sembrava la versione cadavere del 2010, che non è mai stato una punta di potenza ma piuttosto un attaccante raffinato, adesso l’ha messa dentro di gusto, di cattiveria, a due passi da Buffon. 2-1 in casa della Juve, 2-1 nello stadio dove nessuno ha mai vinto finora, in 49 gare. 2-1 e manca ancora un quarto d’ora alla fine. 2-1 con Gargano in campo.

La Juve, il Male, il Voldemort del calcio italiano, è distrutta, dopo il secondo montante in faccia ha appoggiato un ginocchio a terra: un jab ben assestato e non si rialza più, ma sperare addirittura nel terzo gol…eccolo, ancora Guarin, che cos’ha preso stasera? Altro strappo, ma stavolta non ha spazio davanti a sé, e quindi preferisce cambiare gioco dall’altra parte, dove Nagatomo sta già ringraziando il Sol Levante per le praterie di fronte a sé. Non osiamo immaginare cos’abbia pensato Conte, dal suo box privato, nel vedere la sua collaudata difesa così scoperta e malmessa.

Nagatomo corre, corre, forse è l’unica cosa che sa fare davvero bene, e corre verso l’area, prova il tiro ma viene respinto, la palla gli ritorna sui piedi, lui si gira all’indietro, ma i compagni non sono a ritmo con lui, e quindi inizia a circumnavigare l’area juventina, finchè non trova un filtrante per Palacio, Palacio che è solo davanti al portiere, Palacio che tira, Buffon che intercet…GOL! E sono 3! Nonostante la smorzata di Buffon, il pallone si infila inesorabilmente in rete, per il 3-1!
E’ l’89’ e l’Inter vince 3-1 allo Juventus Stadium. La partita finisce, e l’Inter ha vinto 3-1. Nessuno ci era mai riuscito. Non allo Stadium, dove cade l’imbattibilità dopo 49 gare. Non con Ranocchia, Nagatomo e Gargano in campo. Non con Guarin in una giocata alla Yaya Tourè. Non con un tridente spensierato.

I miei amici sono stati dichiarati dispersi dopo le timide proteste in seguito al rigore: fortunatamente non sono così juventini da negare l’evidenza dei fatti. Al secondo gol erano basiti, al terzo avevano già preso lo Xanax.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...