Top3: i migliori difensori di Brasile 2014

Se chi ha inventato la classifiche in stile Top&Flop avesse conseguito un brevetto, ora sarebbe milionario e l’80% dei suoi introiti proverrebbero da noi. Finito il Mondiale dei Mondiali (non il più bello che io ricordi, ma meglio degli ultimi 3 di sicuro), è tempo di pagelle, classifiche e, appunto, Top&Flop. Iniziamo con i promossi, con i migliori della classe, e iniziamo dalla categoria solitamente meno spettacolare, la retroguardia; ecco i 3 migliori difensori di Brasile 2014.

  1. Ezequiel Garay (Argentina)

Questo Marcantonio di 1 metro e 92 è stato il miglior difensore argentino per distacco, e se lui e Demichelis avessero giocato a posizioni invertite, probabilmente Gotze non si sarebbe trovato libero in area piccola, con tutto il tempo per stoppare e colpire al volo in semigirata. Ex scarto di lusso del Real, che come tanti ha trovato maggior gloria fuori dal Bernabeu, i tifosi italiani l’avevano conosciuto qualche mese fa, quando col suo Benfica punì la Juventus in semifinale di Europa League, saltando in area come un gigante in mezzo ai lillipuzziani. Tra poco compirà 28 anni, è nella fase di piena maturità professionale, e proprio durante i Mondiali ha cambiato squadra. Figuriamoci se un’italiana può essersi accorta di un talento del genere: è passato a morir di freddo allo Zenit per 15 milioni di euro.

  1. Ron Vlaar

Per doti fisiche e atletiche potrebbe essere considerato l’erede legittimo di Jaap Stam, da valutare invece l’aspetto caratteriale e la personalità. E’ stata comunque una delle migliori sorprese di questo Mondiale, e dobbiamo fare tutti un unanime mea culpa per essercene accorti solo alla soglia dei 30 anni. Esploso nell’AZ Alkmaar ed affermatosi nel Feyenoord, questo difensore dal fisico statuario (189 cm per 82 kg) è passato all’Aston Villa (di cui è capitano) nell’indifferenza generale. Ora è desiderato da mezza Europa, ma con un orgoglio e una determinazione tutte olandesi, ha affermato di trovarsi bene in Inghilterra, e di non muoversi per il vil denaro. Non possiamo ridurgli l’età e goderne ancora per 10 anni?

  1. Mats Hummels

E’ uno dei pochi giocatori in grado di farsi apprezzare anche dalle donne, di tutte le età, sebbene notiamo un leggero picco tra le MILF. Il difensore teutonico, definito il più bello del Mondiale già in tempi non sospetti, è da tempo considerato uno dei migliori dell’ultimo lustro, nonostante non sia mai riuscito a compiere quel passo decisivo e definitivo verso l’affermzione totale. Ogni qualvolta sembrava essere ad una spazzata di testa dal diventare il numero 1, sistematicamente compiva una cazzata che lo relegava nell’indefinito girone del “Vorrei, ma non riesco…”. Con questa spedizione mondiale, per lui conclusasi nel migliore dei modi, forse ce l’ha finalmente fatta: ha segnato – di testa, manco a dirlo – nella gara d’esordio della Germania contro il molle Portogallo, e da lì le sue gare sono state un climax di prestazioni eccellenti, culminati con la stratosferica finale. Contro l’Argentina ha messo in mostra tutto il suo repertorio: sulle palle alte non c’è stata storia per i sudamericani, ed ha colmato anche tutte le varie lacune rinfacciategli ogni volta (lento, disattento), sopperendo con uno straordinario senso dell’anticipo e con scivolate pericolose ma pulite, che spesso hanno impedito a Neuer di doversi preoccupare (sempre che la cosa sia possibile). Unico paradosso? E’ uno dei pochi giocatori tedeschi a non essere esploso in una squadra X per poi accasarsi al Bayern; lui ha compiuto il percorso inverso, andandosene a Dortmund quando ha capito che in Baviera non credevano in lui.

Menzione per Philipp Lahm, il capitano Campione del Mondo: in una nazionale che si è differenziata per l’assenza di fenomeni (non tanto nelle qualità, quanto nella percezione), il terzino destro è stato il collante di una squadra che ha fatto del gruppo il suo punto di forza. Lo si poteva trovare in ogni parte del campo, ad aiutare i compagni a seconda dell’apparenza, e credo che abbia concluso il Mondiale con 0 (o quasi) palloni persi. Chapeau.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...