Gimme five! – La Top5 della 36^ giornata

Fonte: calcio.fanpage.it
Fonte: calcio.fanpage.it

1 – La stagione di Padoin ha un senso

Parafrasando Vasco, Simone Padoin ha voluto trovare un senso a questa stagione, anche se questa stagione un senso non ce l’ha. Dopo 19 presenze stagionali, che convertite in minuti non arrivano ad un tempo regolamentare da 45, il tuttofare preferito da Conte – dopo il primo grande amore Giaccherini – è sceso in campo un’altra volta ed ha pure messo a segno una rete, contro la sua ex squadra, nella partita celebrativa del 27°+X scudetto juventino (scegliete voi quale numero sostituire all’incognita). E con questo fanno 3 scudetti (consecutivi, per giunta), gli stessi vinti da campioni del calibro di Ancelotti, Boninsegna, Di Livio, Gullit e molti altri. Chapeau ad uno dei migliori mestieranti del calcio italiano.

2 – Il derby più apatico

Fonte: sportlive.it
Fonte: sportlive.it

Sono 2 anni, dal derby di ritorno del 2012 (l’Inter vinse 4-2), che la stracittadina milanese regala le stesse emozioni di un film impegnato wannabe radical del cinema russo anni ’60. Come all’andata, solo un calcio piazzato (De Jong) o un colpo d’istinto (Palacio) poteva risolvere una partita così imballata, noiosa e statica.

Raramente Inter e Milan sono state messe così male quest’anno, in contemporanea, eppure nessuno dei due allenatori ha saputo approfittare delle debolezze dell’altro: ok, nessuna delle due squadre ha un particolare obiettivo per cui lottare, ma è pur sempre un derby, diamine! Ulteriore nota di demerito a Mazzarri, per non aver riservato nemmeno 10 minuti a capitan Zanetti nell’ultimo derby della sua carriera.

Pure il litigio tra allenatori. (fonte: ilgossip.net)
Pure il litigio tra allenatori. (fonte: ilgossip.net)

3 – Combo perfetta in Lazio-Verona

6 reti complessive, entrambe le squadre in gol 3 volte, un rigore assegnato e poi sbagliato, 2 espulsioni equamente divise: per gli amanti delle scommesse, l’anticipo-posticipo di lunedì ha rappresentato la climax delle puntate, alimentando ulteriormente i sospetti su queste partite di fine stagione (evitiamo battute legate alla presenza in campo di Mauri). Se a ciò aggiungiamo due difese schierate peggio che in Serie C (Lega Pro o Prima Divisione, non ci avrete mai), e 2 bomber come Klose e Toni che si mangiano svariate occasioni, lo spettacolo è assicurato.

4 – Le vittorie di Catania e Sassuolo

Fonte: tiscali.it
Fonte: tiscali.it

Anche qui, non vogliamo alimentare alcun sospetto/dietrologia/complottismo. Ma un tale diceva che a pensar male si fa peccato, ma spesso ci s’azzecca. Il titolo per la Roma era utopistico, ma non impossibile, visto che la matematica non li aveva ancora condannati: una tale arrendevolezza di fronte all’orrendo Catania di quest’anno è inspiegabile. Con leggermente più onore ha perso la Fiorentina, seppellita da un’altra tripletta di Berardi (l’ultima volta che aveva segnato era contro il Milan, poker che condannò Allegri), ma almeno i viola son riusciti a fare 3 gol, e per poco non hanno sfiorato il pareggio. Quasi quasi sarebbe meglio non aprissero inchieste su queste partite, sopportare un altro scandalo sarebbe impossibile.

5 – Il ritorno di Pepito

Fonte: goal.com
Fonte: goal.com

In una giornata ricca di risultati strani, prestazioni imbarazzanti, polemiche roventi e pallottole volanti (in bocca al lupo a Ciro Esposito, il tifoso ferito sabato sera), quando la terzultima giornata sta per volgere al termine ecco arrivare il sole che disperde ogni nuvola: Pepito Rossi, dopo 3 mesi di infortunio grave che sembravano aver compromesso la sua convocazione ai Mondiali (saltò già quelli del 2010 per incomprensibili scelte di Lippi), è tornato al gol, infilando la 15ma rete di questa bellissima rinascita. Gioiamo tutti per un campione spesso sottovalutato, che può dare un altro volto alla spedizione azzurra in Brasile!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...