Il ritornello della Signora Omicidi

Questione di tempismo. Come spesso accade. Quel tempismo che manca agli uomini mercato della Roma. Tanta fretta per concludere l’acquisto di un giocatore, Nainggolan, praticamente già giallorosso, evitando così di vederlo in campo contro la Juve. Sabatini avrebbe lasciato a Lopez un giocatore che avrebbe avuto una motivazione in più per fermare la Juve, nella sua prima, anomala, sfida-scudetto. E invece niente: Radja a Roma già per la partita di Coppa Italia di giovedì scorso e centrocampo lasciato in mano a Pirlo e soci, con Conte che ringrazia e porta a casa.

Ebbene, niente di più errato. Certo, la decisione della Roma, non proprio da premio Nobel, di dover assolutamente chiudere con Nainggolan per evitare il ritorno delle altre pretendenti, quando ormai era chiaro a tutti che il giocatore era destinato a vestire il giallorosso, ha privato il Cagliari del suo uomo ovunque, però i sardi là in mezzo hanno tenuto, e anche bene. Persino Pinilla non sembrava troppo triste nell’aver perso il suo allegro compagno di giochi, andando a siglare l’illusorio 1-0.

Semplicemente, il Cagliari ha perso perché la Juve ha deciso di vincere la partita. E questo è capitato, all’incirca, intorno al minuto 65. Percepisci quando la Juventus decide di vincere. Se stai guardando la partita in TV lo vedi proprio, perché Buffon scompare dalle inquadrature e dall’altra parte inizi ad assistere a percussioni centrali di Vidal, scambi 1-2 tra Tevez e altri compagni che iniziano ad andare a segno, cross e sgroppate di Asa a sinistra e (soprattutto oggi) Licht a destra, sponde di Llorente. Capisci che prima o poi il muro cede. Oggi il muro ha iniziato a cedere al minuto 65. Un quarto d’ora dopo si stava 1-4. Gioco, partita, incontro.

Si può parlare o meno degli errori di Adan (che, per carità, ci sono e sono belli grossi), ma la Juve fa il bello e il cattivo tempo. Specifichiamo: in Italia e adesso. Hic et nunc. Non sarà sempre così, però quello che ha compiuto la squadra di Conte nel girone di andata di questo campionato è un qualcosa che dovrebbe far riflettere. Cagliari è un campo tosto. Il Cagliari è una squadra che in Serie A ci sta e pure bene, perché, soprattutto in casa, non è arrendevole e anche quando va sotto cerca comunque di non darsi per vinta. Ad Is Arenas (nb: per favore risolvete questa situazione, perché giocare in uno stadio del genere è desolante. Fate entrare il pubblico!) ha pareggiato in rimonta il Napoli. I sardi han impattato anche all’Olimpico, contro la Roma. La Juve ha invece vinto facendo 4 gol. Come contro Catania, Sassuolo e Atalanta, nelle ultime 11 giornate. 52 punti li ha fatti solo la Juve di Capello. La prima Juve di Conte scollinò a 40, quella dello scorso anno a 44 (gli attuali punti della Roma). Finisce che, per la prima parte, quello che doveva essere un torneo più combattuto dell’ultimo, addirittura già vinto dalla Roma dopo le prime 10 partite, si sta rivelando un trionfo bianconero. Al di là della pochezza, nessuno lo nega, della Serie A odierna.

Naturalmente, guai a credere di aver già portato a casa il 3° scudetto consecutivo. A Firenze sono bastati 15 minuti per altri 4 gol, ma stavolta tutti palloni raccolti da Buffon in fondo al sacco. Ma credo difficile possa accadere che la Juve, nell’immediato, stacchi la spina e conceda passi falsi. Innanzitutto perché la prima parte di calendario prevede le sfide più toste per i bianconeri e dubito che Conte possa permettere ai suoi di abbassare la guardia. E poi anche perché a fine febbraio riparte l’Europa League (sigh!) e la Juve, lo sappiamo, inutile nascondersi, ha il dovere di arrivare in fondo. Motivo per cui le prime partite del girone di ritorno saranno quelle in cui la Juve tenterà di uccidere il campionato. Staremo a vedere. Per ora, auguri e congratulazioni Mr. Conte. Altri 52 di questi punti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...