Ogni maledetto sabato: riepilogo della Serie B (15^ giornata)

Serie B 2013-2014

Bari-Padova 2-2: sembrava una partita noiosa, chiusa dal Bari già nel primo tempo. Poi i pugliesi hanno guardato lo stadio, si son depressi a pensare che ha ospitato persino una finale di Champions League, e il Padova ha agguantato il pareggio grazie ai gol del capitano Cuffa e del ritrovato Vantaggiato, attaccante che, visto il girovita, si candida a degno erede dell’ultimo Bobo Vieri.

Brescia-Cesena 0-0: il ruolino di marcia di queste 2 squadre è incredibile, sebbene la classifica sia decisamente peggiore per il Brescia (2 punti sopra i playout). Partita ricca di emozioni ed entusiasmante come l’abbiocco post-pranzo di Giuliano Ferrara.

Cittadella-Reggina 0-0: vedi sopra. L’emozione più grande è stata il cambio maglia della Reggina, vista l’uguaglianza cromatica dei colori sociali.

Crotone-Avellino 3-2: il Crotone conferma il momento positivo e si porta ad un solo punto proprio dagli irpini. Primo tempo stellare, con i calabresi che si portano in vantaggio dopo 5′, i campani pareggiano al 18′ e raddoppiano al 36′, ma l’euforia dura solo un minuto: al 37′ i rossoblu ribaltano nuovamente tutto, e il risultato non cambia più. Secondo tempo giocato solo perchè previsto dalle regole del calcio.

Juve Stabia-Trapani 2-3: dopo 45′ i siculi sono già sul 3-1 grazie alla doppietta del tirolese Mancosu, nella ripresa i campani accorciano, e all’88’ si trovano pure con un uomo in più: nei 7 minuti successivi succede di tutto, con i gialloneri che adottano lo schema ad minchiam provando a segnare in tutti i modi noti allo scibile umano. Gli attaccanti della Juve Stabia provano anche ad ingannare l’arbitro cercando il rigore, ma le simulazioni sono degne dei migliori Busquets e Neymar. A fine partita la dirigenza di Castellammare esonera Bergodi.

Lanciano-Varese 2-0: dopo le ultime partite in versione Shining (1 punto in 3 gare), il Lanciano si scuote e torna a vincere. La vetta è persa, ma la distanza è minima. Al Varese non basta invece l’arrivo di Gautieri in panchina: visto lo stile di gioco dei suoi, forse sarebbe meglio se riprendesse in mano gli scarpini. Per tirarglieli dietro, anche.

Spezia-Empoli 1-3: i toscani non si fermano più, e conquistano finalmente la vetta. Sulla vittoria mettono l’autografo gli eterni Tavano e Maccarone, i Batman e Robin dell’Oltrarno. Lo Spezia, raccogliendo la terza sconfitta in 4 gare, sembra aver intrapreso lo stesso cammino dello scorso anno, ossia un andamento a gambero.

Ternana-Modena 1-1: il Modena si è inceppato, urge visita alla vicina Maranello per risolvere il guasto. La Ternana continua a rimanere aggrappata a bomber Antenucci, ma ormai le sabbie mobili sono arrivate ad altezza addominali.

Palermo-Latina 1-2: nella scala che va da “lo esonero subito!” a “ci penso 1 minuto, poi lo esonero!”, non sapremmo dove Zamparini abbia collocato Iachini dopo quest’inaspettata sconfitta interna. Nulla di grave, visto che i rosanero rimangono a 3 punti dall’Empoli.

Carpi-Siena 0-1: questa partita mi ha creato un unico sussulto in occasione del gol: no, non è stato di pregevole fattura, e nemmeno così brutto da essere comunque memorabile. No, mi ha semplicemente ricordato che Vergassola gioca ancora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...