Il punto della situazione

Poche, pochissime vacanze per i protagonisti del circo bianco, che aprono l’anno con il consueto slalom parallelo di Monaco di Baviera.

Gli ultimi fuochi del 2012 hanno visto il nostro Paris trionfare in discesa con lo stesso tempo di Reichelt. La coppia ha lasciato dietro per un solo centesimo il re della velocità Svindal e l’austriaco Kroell, solo quarto a due centesimi.

Hirscher faccia-da-schiaffi (ce ne sono molti. Vedi Pinturault) invece continua a macinare punti sia in slalom che in gigante (e senza saltare nessuna porta!). Secondo nel parallelo, vinto da un fantastico Neureuther, si rifà subito per la befana mettendosi dietro Myrher e Matt (quarto a sei centesimi il nostro Gross).  Sbaglia invece in gigante, dove un errore tattico (spingeva troppo nonostante il secondo di vantaggio su Ligety) lo spedisce al sedicesimo posto, facendogli perdere anche punti pesanti in coppa del mondo. Nell’ultimo slalom invece parte male. Solo ottavo al termine della prima manche, risale tutta la china fino a vincere la competizione mettendosi dietro Matt e Moelgg (ottimo primo tempo a fine prima manche), e distaccando ancora il diretto avversario Svindal in classifica generale.

Ligety vince ancora in gigante, e si tiene terzo in classifica generale. Tanto per farsi bello.

Bene l’Italia. A Bormio ben quattro italiani tra gli undici, con la soddisfazione di vedere Paris sul gradino più alto. Moelgg finalmente agguanta un podio e continua a restare appiccicato ai migliori grazie ad una continuità inusitata. Bravo Nani, 18esimo in slalom, bravo Gross, che per sei centesimi è fuori dal podio, in ripresa sia Razzoli che Deville (peccato per le uscite di quest’ultimo).

La generale vede ad oggi Hirscher comandare con 855 punti, seguito da Svindal a 729 e Ligety a 676.

Note di merito:

La stupenda rinascita di Kostelic, quinto in gigante e quarto in slalom. Potrebbe essere un avversario in più in vista del mondiale di Schladming.

Fantastica la squadra tedesca, che oltre a macinare podi con Neureuther e Dopfer, tira su ragazzi dalle qualità di Luitz.

Le donne.

Che dire. Super Tina è sempre più super, e se non bastasse sembra che quest’anno a nessuna interessi la coppa del mondo. Una Riesch sempre più anonima resta seconda in classifica nonostante non riesca più a fare un podio. La Zettel, giustamente, non si è mai interessata. La Vonn, pace all’anima sua, è stata fuori per quasi un mese, cercando di riprendersi da chissà cosa. Insomma, oltre al fatto che Tina è super Tina, e lo è veramente vista la facilità con cui affronta qualsiasi tipo di gara, bisogna dire che sono in poche a cercare di metterle pressione.

Allora, visto l’ormai trionfo sloveno tanto vale concentrarsi sui piccoli sprazzi di luce di vecchie glorie e nuovi arrivi.

Tra tutte l’arrivo più sorprendente arriva dall’America, che sembra già pensare al dopo Lindsey. Ecco che la 17enne Shiffrin si candida idealmente a nuovo idolo di casa portandosi a casa due vittorie sconcertanti sciando come una pazza scatenata (ovvero in American Style). A questo si aggiunge lo splendido ritorno della Zuzulova (vince due slalom, compreso il parallelo) e quello della Rebensburg e della Fenninger, le quali riescono tutte a contrastare lo strapotere maziano.

L’attesissimo ritorno della Vonn ci ha mostrato invece una biondona un pò impaurita, che piuttosto che buttare la gara ha preferito fare un buon piazzamento sia in discesa che in super G. La discesa, vinta dalla sua connazionale Mc Kennis (altra sorpresa statunitense), ha visto anche il fantastico ritorno al podio della nostra Merighetti, seconda a soli 7 centesimi (speriamo bene in vista di Cortina). Il super G se lo prende Tina, invece, insieme alla soddisfazione di dare un secondo tondo tondo alla Vonn (quarta a un centesimo dal podio).

La generale femminile vede la Maze prima con 1289 punti (se continua così spazza via il record della Vonn e di Hermann Mayer), la Riesch seconda a 744 e la Zettel terza a 597. Segue a 590 una scatenata Fenninger

note di merito. Vedere inforcare la Maze è stata una gioia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...