Bum-Bum Amauri….finalmente!

Lo si diceva quest’estate, lo si era ripetuto in questi giorni: il Parma ha bisogno dei goal di Amauri.

Troppo pesante l’addio di Giovinco, troppo inconsistenti gli innesti di Pabon e Belfodil… serviva un attaccante di peso per ridare linfa vitale all’attacco gialloblu. Oggi finalmente “l’oriundo” si è svegliato, mettendo al tappeto la Samp con una doppietta. E dire che l’inizio di partita non era stato affatto confortante. Donadoni bocciava pesantemente Parolo, sostituendolo in mezzo al campo con Marchino Marchionni, mai visto in quel ruolo in tanti anni di serie A. Davanti non se la passava meglio Pabon, scalzato dal più pimpante Belfodil a fianco ovviamente di Amauri.

I primi venti minuti soporiferi facevano presagire il peggio; il classico zero a zero tra due squadre “amiche”. Per fortuna c’ha pensato il solito Biabiany a rimescolare le carte: in una delle sue classiche scorribande è riuscito ad anticipare il portiere blucerchiato in uscita, causando rigore ed espulsione. In pratica la partita è cambiata lì. Dal dischetto Amauri non sbaglia.

La Sampdoria è costretta a fare gioco ma le manca la qualità e l’espulsione pesa come un macigno, poichè il sacrificato è Maxi Lopez, colui che dovrebbe essere il terminale offensivo. Il Parma così gestisce bene il vantaggio e va al riposo col morale alto.

Il secondo tempo è pura accademia, perlomeno in apparenza. Amauri di testa è letale, su un bel cross di Belfodil insacca il 2 a 0 e chiude virtualmente la partita. Ci riprova poco dopo ma stavolta si vede negata la gioia della tripletta dall’estremo difensore avversario. La Samp di fatto si arrende, impensierendo la porta di Mirante solo su palle da fermo. I crociati hanno così l’occasione di chiudere la partita in contropiede ma Rosie il nuovo ingresso Pabon sciupano una quantità industriale di palle gol. Marchionni nel nuovo ruolo è ispirato, il Parma pare sul punto di dilagare. Invece è la Sampdoria a riaprire la partita con un rigore (nettissimo) trasformato da Eder. Fortunatamente non c’è il tempo(o meglio la forza) per l’assalto finale. Gli ultimi dieci minuti passano senza preoccupazioni e Donadoni può finalmente guardare la classifica con più serenità.

Una vittoria fondamentale ma perfino troppo facile. Ben altre insidie attenderanno il Parma in quel di Torino, ma per ora godiamoci questi 3 punti e…bentornato Amauri!

2 pensieri riguardo “Bum-Bum Amauri….finalmente!”

  1. Sempre con una vena polemica verso il sistema, voglio far notare come può esistere una regola che con una penalizzazione tale come un rigore pure debba essere abbinata anche l’espulsione, ma come si fa?? Si rovinano totalmente le partite. Vabbè per lo meno a me le rovinano, a qualche tifoso desideroso solo di vincere forse gli va bene così, anzi magari gode ancora di più. Saluti,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...